Nike Zoom Fly Flyknit Recensione

PRO

Estremamente Reattiva
Tomaia Resistente
Design Ottimizzato

CONTRO

Molto Costosa

IL NOSTRO VERDETTO

Zoom Fly Flyknit è l’auto sportiva “economica” del mondo delle scarpe da corsa, puoi ottenere alcune delle tecnologie più innovative come un’intersuola in fibra di carbonio in una scarpa creata per le masse.

Il prezzo è alto, ma la Nike si sta trasformando nell’unica azienda importante in questa categoria di scarpe da maratona d’élite e possono imporre un prezzo del genere perché le loro scarpe sono veramente così buone.

Nike Zoom Fly Flyknit: Introduzione

C’è un po’ di hype intorno al set di scarpe Zoom Fly di Nike.

Le Zoom Vaporfly 4% hanno fatto notizia quando sono state usate in una delle piu’ importanti maratone, e ancora una volta quando il New York Times ha scritto un articolo indagando se la scarpa fornisse un vantaggio rispetto alle altre.

Il vantaggio lo dava, ma quella scarpa costava oltre 250 euro ed era in produzione limitata.

Queste Zoom Fly Flyknit che andremo a vedere in questa recensione, prendono la maggior parte di quella tecnologia e la semplifica a un prezzo che alcuni corridori di alto livello potrebbero considerarlo moderato.

Non sono mai riuscito a correre con le Zoom Vaporfly 4%, ma ho avuto l’opportunità di usare le Zoom Fly e sono rimasto molto colpito. Quindi ho colto l’occasione per recensire le Zoom Fly Flynnits.

Lo Zoom Fly Flyknit ha un peso di 240 grammi nella misura 42.5 che la pone nella stessa categoria di peso dalle precedenti scarpe Zoom Fly, ha un drop di 10 mm che parte dal tacco spesso 33 mm, sempre come nelle precedenti scarpe Zoom Fly.

Nike Zoom Fly Flyknit: Informazioni Generali

Siccome queste scarpe anno bisogno di un paio di giorni per il rodaggio, Nike sostiene che le prestazioni di questa scarpa miglioreranno del 4% una volta terminato il rodaggio.

Una solida settimana di allenamento per la maggior parte delle persone può portare un miglioramento dei tempi di gara di oltre il 4%, fai attenzione a non credere di poter migliorare solo spendendo soldi, perché ci vuole soprattutto tanto impegno.

Tuttavia, ti sentirai ancora leggermente più veloce con queste scarpe addosso rispetto alle alternative. Le ho indossate ed ero felice di vedere Nike utilizzare un materiale più duro per la tomaia e che si sono allontanati dal Flywire per integrare i lacci nella tomaia. Ciò contribuisce ad aumentare la longevità della scarpa.

Il più grande pregio che ho notato in queste scarpe quando le ho indossate per la prima volta è stata la piastra in fibra di carbonio. Pochi passi nella scarpa e sentivo chiaramente una piattaforma che mi restituiva energia all’interno dell’intersuola.

Ho cercato di afferrare l’estremità della scarpa per piegarla a metà, ma quella lastra in fibra di carbonio è molto resistente.

Nike Zoom Fly Flyknit: Suola

Fibra di carbonio. entusiasti?. Vero? Sì. A differenza di molti dei termini che Nike usa per descrivere le loro scarpe, la fibra di carbonio è una tecnologia reale, quantificabile e avanzata utilizzata anche al di fuori della scarpe running.

Il suo funzionamento per aiutarti durante la corsa e per renderla piu’ efficiente è di flettersi sul tuo peso durante l’atterraggio e infine tornare nella sua forma originale e ripetere questo passaggio.

Poiché la fibra di carbonio è così rigida e leggera, puoi ottenere un ritorno di energia abbastanza importante con quasi nessun peso aggiunto.

La stessa resistenza con altri materiali come la vetroresina richiederebbe molto più peso aggiunto.

Correre in questa scarpa è come saltare su un trampolino, poiché qualsiasi forza sulla scarpa viene diffusa attraverso la piastra e ritorna sulla stessa.

Questa è una sensazione che non avevo mai provato prima in una scarpa, e quindi mi ci sono voluti più di 30 minuti di corsa per abituarmi.

Intorno a questa piastra in fibra di carbonio c’è il React Foam Nike. Una schiuma che ha un ritorno di energia del 13% in più rispetto alla schiuma Lunarlon, che è una schiuma che si comporta molto bene anche sulle altre scarpe Nike.

Il design React è leggero, efficiente dal punto di vista energetico e resistente. Perfetto per la corsa a lunga distanza (e francamente per la maggior parte della corsa in generale). Posso confermare che questa schiuma è eccezionale nell’ammortizzazione senza risucchiare energia.

La suola è sostanzialmente la stessa della Zoom Fly, Zoom VaporFly Elites e simile anche ad alcune delle scarpe Pegasus.

La soletta “RACING”, è stato scoperto dai runner che la piastra in fibra di carbonio inizia a consumarsi dopo 160 chilometri, quindi una suola in gomma sottile ha senso quando consideri questa scarpa come una scarpa da corsa.

Nike Zoom Fly Flyknit: Tomaia

Ciò che mi ha preoccupato di piu’ di queste Zoom Fly è stata la tomaia in tessuto sottile, poiché sembrava che sarebbe stata la prima parte a rompersi. Avevo ragione, e dopo 400 chilometri, quelle scarpe hanno iniziato a bucarsi attorno alla punta.

Ora queste Nike Zoom Fly Flyknit hanno un materiale abbastanza resistente e malleabile usato per la tomaia. Sono tentato di metterle alla prova per vedere il loro limite.

Ho l’impressione che questo tessuto Flyknit è più resistente del predecessore, Nike si è sentita abbastanza sicura da avvolgere i lacci direttamente attraverso la tomaia anziché aggiungere le stringhe Flyknit per tenere insieme la scarpa.

Finora, questa è stata la decisione corretta in quanto l’esclusione del flywire rende la scarpa più aderente.

Anche la tomaia di questa scarpa non presenta una linguetta. O forse è tutta una lingua. In poche parole, Nike ha cucito quella che sarebbe stata la lingua fino ai bordi della scarpa così perfettamente che sembra quasi una calza.

La tomaia è abbastanza flessibile da abbracciare i tuoi piedi anche con i lacci completamente aperti, in modo che quando allacci la scarpa, il tutto viene bloccato in posizione.

Nike Zoom Fly Flyknit: Conclusioni

Nike si trova spesso nel mio set di scarpe da corsa preferite, le Zoom Fly Flyknit non fanno eccezione.

Mi sono sfidato a trovare difetti in questa scarpa poiché mi piacevano così tanto le scarpe Zoom Fly e non volevo lasciare niente al caso. Eppure alla fine mi sono piaciute davvero queste scarpe e non ho molto di cui lamentarmi.

Se usi l’appoggio col tallone non ti piacerà molto questa scarpa, sì, il prezzo è alto per quella che dovrebbe essere solo una scarpa da corsa.

Sommando anche i pregi della tomaia e la piastra in fibra di carbonio, queste scarpa offrono un’ottima esperienza di utilizzo a chi le possiede, ma per averle bisogna anche sborsare una cifra importante.

Sono quasi certo che se sei un atleta top nel tuo campo e non hai ancora provato la linea Zoom, rimarrai colpito da questa scarpa.

LEGGI ANCHE