Saucony Peregrine ISO Recensione

PRO

Adatta ad ogni Situazione
Grippa quando Serve
Reattività Decente

CONTRO

Fa Fatica nel Fango

IL NOSTRO VERDETTO

La nuova Saucony ISO Peregrine è la continuazione di una scarpa da trail che si comporta bene per la maggior parte dei trail runner. È stato aggiornato per fornire più ammortizzazione ma mantiene lo stesso comfort e le stesse prestazioni affidabili.

Per chi è ?

La ISO Peregrine è adatta sia ai principianti che ai runner più esperti che hanno imparato ad amare le precedenti versioni della scarpa. Questa scarpa neutra da il suo meglio su terreni non troppo accidentati.

Per coloro che gareggiano su una pista da trail veloce o piatta, questa scarpa è una buona opzione per una maratona.

Introduzione

La nuova Saucony Peregrine ISO è l’ultima di una lunga serie di questi modelli, aggiorna la versione 8. Ho provato una versione precedente anni fa e sono rimasto soddisfatto di come si è comportata.

In effetti, ho indossato le Peregrine durante una delle mie prime gare.

impressioni

A dire il vero, ero curioso di sapere come le Peregrine fossero cambiate nel corso degli anni. Sicuramente ha soddisfatto le mie aspettative. Ha un drop di 4 mm (22,5 mm / 18,5 mm) e pesa 300 grammi.

Un miglioramento significativo che ho notato nella scarpa è l’aggiunta dell’Everun di Saucony, che offre un’ammortizzazione migliore.

La versione precedente della Peregrine che avevo, era stata costruita per essere resistente nel trail ma non aveva abbastanza ammortizzazione per i miei gusti.

L’intersuola crea una corsa fluida e consente al corridore di ottenere una buona spinta durante il percorso.

Mentre ci sono scarpe che forniscono un’accelerazione superiore, le Peregrine non sono state costruite per una velocità incredibile. Fanno molte cose davvero bene, ma nessuna estremamente bene

Allo stesso modo, ci sono opzioni migliori per i trail runner che si allenano in condizioni fangose, sabbiose, innevate e altre condizioni simili. Se questo è un problema, le ISO Peregrine probabilmente non fanno per te.

Ma se di tanto in tanto percorri piste con tali ostacoli, le ISO Peregrine ti faranno superare la sfida. Tuttavia, porteranno un po’ di fango a casa tra le alette come souvenir.

Protezione

Vorrei davvero che ci fosse una una punta rinforzata sulla Saucony Peregrines. Una protezione aggiuntiva proteggerebbe i runner da rocce, rami e altri ostacoli sulle piste.

Abbiamo solo una protezione attorno al tallone e ai lati della scarpa.

Questo non serve solo come protezione per quella parte del piedi, ma dà sicurezza al corridore mentre attraversa vari ostacoli.

Il tallone fa parte di quello strato aggiuntivo di protezione. Ad alcuni corridori potrebbe non piacere, ma io non rifiuto una protezione extra che protegga il mio piede durante la corsa.

Resistenza

La protezione che ho citato prima, non è solo un vantaggio per il corridore, ma lo è anche per la longevità della scarpa. Durante i mie 80 chilometri di test, non ho visto segni di usura precoce.

Sulla base della mia esperienza con la versione precedente della scarpa e di altre ricerche e recensioni, direi che la durabilità non sarà un problema con questa scarpa per i corridori che seguono l’uso previsto.

Coloro che fanno trail running più intensi e tecnici, tuttavia, potrebbero veder emergere problemi.

Reattività e velocità

Ci sono scarpe costruite per la velocità, di più delle ISO Peregrine. Tuttavia, quelle scarpe si trovano generalmente in una diversa fascia di prezzo.

Per coloro che stanno cercando di guadagnare un po ‘di velocità su aree e sentieri pianeggianti, non tecnici, le ISO Peregrine andranno bene.

Anche se non ho fatto molti test su strade o piste asfaltate, sono sicuro che queste scarpe risponderanno bene alle richieste del corridore.

Comfort e calzabilità

Questa è un’area dove le Peregrine ISO spiccano davvero.

Saucony ha creato una cuffia ammortizzata sul tallone, che offre comfort al corridore anche quando atterra duramente su rocce o altre superfici dure.

La lingua è tra le mie preferite tra le scarpe da trail – non troppo lunga ne non troppo corta – ed è imbottita, offrendo una piacevole sensazione.

Il sistema di allacciatura consente una perfetta aderenza. In effetti, era difficile allacciare le scarpe troppo strette.

Conclusioni

Saucony conosce il suo mercato per questo modello e ha adottato ovvie misure per migliorare queste scarpe rispetto alle versioni precedenti. Mentre la scarpa non è per tutti, ha comunque una solida fan base.

I runner principianti, quelli che preferiscono le scarpe neutre e i corridori più esperti che amano i percorsi da trail, si troveranno molto bene con questa Peregrine ISO.

Per me personalmente, è una scarpa a cui mi rivolgerò per piste non troppo impegnative, una buona opzione infrasettimanale per battere una semplice corsa su una pista.

LEGGI ANCHE